Per offrirti il migliore servizio possibile questo sito utilizza cookies.
Cookie Policy & Privacy Policy




Corsi di studio

Dona
Home Corsi di studio Magistrale Ingegneristica - Università Telematica Unicusano

Corsi di laurea magistrale

Magistrale Ingegneristica - Università Telematica Unicusano

Il Polo UniLodi è in grado di offrire ai suoi iscritti un'ampia e valida offerta formativa.
L'erogazione dei corsi avviene in differenti modalità a seconda dell'Università alla quale ci si iscrive (Statale di San Marino o Telematica Unicusano), del tipo di iscrizione e dell'esigenza dello studente.
Il Polo Unilodi ti affianca nella definizione del percorso formativo e per le pratiche di immatricolazione.
Agli iscritti del Polo Unilodi viene garantito un percorso di studio d'eccellenza che unisce le caratteristiche dell'Università tradizionale ai vantaggi del digitale e dei servizi Online.

Maggiori informazioni

Ingegneria Civile (LM-23)

Il Corso di Studi Magistrale in Ingegneria Civile realizza un percorso formativo, a valle di una solida preparazione di base fisico-matematica completata nella Laurea Magistrale, con l'approfondimento di strumenti matematici specificamente necessari per le applicazioni ingegneristiche civili, orientato all'acquisizione di conoscenze e competenze di tipo professionale in tutte le discipline caratterizzanti dell’Ingegneria Civile, ed in particolare per:

  1. la progettazione, l'esecuzione, la gestione e il controllo di opere civili di edilizia, di infrastrutture, di opere idrauliche, di opere geotecniche;
  2. il rilevamento in ambito territoriale ed urbano;
  3. la valutazione e la progettazione in ambito civile ai fine della salvaguardia dal rischio sismico;
  4. la progettazione di strutture sostenibili attraverso l'impiego di materiali a ridotto impatto ambientale, l'efficientamento energetico dell'involucro edilizio, l'applicazione di tecniche di valutazione qualitative e quantitative della sostenibilità di un'opera durante l'intero ciclo di vita della stessa.

Nel percorso didattico di Ingegneria Civile si dà un ampio spazio ad attività autonome dello studente rivolte allo svolgimento di esercitazioni, attività di laboratorio rivolte alla redazione di elaborati progettuali o di approfondimenti su temi specifici, che gli consentano di maturare una buona capacità di operare nel campo della progettazione, l'esecuzione, la gestione e il controllo di opere anche di elevata complessità.


• Sbocchi occupazionali
Il laureato Magistrale in Ingegneria Civile trova occupazione come:

  • dipendente di Enti ed Amministrazioni pubbliche, ove ricopre un ruolo tecnico specialistico presso gli Uffici Tecnici degli Enti Locali (Comuni, Province, Regione, Consorzi per la gestione delle reti idriche) o Nazionali (Ministero delle Infrastrutture, Ministero dei Trasporti, Ministero dei Beni Culturali, ANAS SpA, Soc. Autostrade, Ferrovie dello Stato, etc.); in particolare, si occupa della gestione e controllo di opere civili di edilizia e di infrastrutture. Svolge un ruolo tecnico specialistico presso enti preposti alla riduzione ed al controllo dei rischi connessi alle opere civili (Protezione Civile, Vigili del Fuoco, ecc.);
  • dipendente presso imprese di costruzioni o aziende produttrici di materiali o componenti edilizi. Presso le imprese di costruzioni svolge un ruolo tecnico, ove segue la progettazione definitiva delle costruzioni, la gestione di cantieri per edilizia pubblica e privata con particolare riferimento alle problematiche strutturali. Presso aziende produttrici di materiali per le costruzioni, componenti edilizi o sistemi di consolidamento strutturale si occupa dello sviluppo di prodotti, del controllo della produzione e di qualità;
  • libero professionista: svolge la libera professione previo superamento dell'Esame di stato secondo la vigente normativa. L'Ingegnere potrà quindi iscriversi alla Sezione A dell'albo professionale ed esercitare la libera professione. Avrà quindi la qualifica necessaria per firmare progetti di opere civili anche di elevata complessità, sia a livello individuale che in collaborazione con altri professionisti. Potrà anche seguire la realizzazione di opere civili di edilizia, di infrastrutture, di opere geotecniche, svolgendo il ruolo di Direttore del Lavori.

Ingegneria Elettronica (LM-29)

Il Corso di Studi Magistrale in Ingegneria Elettronica prevede un percorso formativo il cui scopo è formare una figura professionale con conoscenze e competenze ad ampio spettro che spaziano dalle tecnologie alla progettazione elettronica ed elettromagnetica, dalle telecomunicazioni alla bioingegneria elettronica. Il Corso di Studi fornisce una solida formazione nei diversi settori specifici dell'ingegneria elettronica integrati da approfondimenti nell'ambito della progettazione analogica e digitale, delle misure elettriche ed elettroniche, delle telecomunicazioni, e dell'elettronica biomedica.

Lo scopo del Corso di Laurea Magistrale è di far sì che il laureato in Ingegneria Elettronica possa operare efficacemente nei settori della ricerca, nella progettazione e nello sviluppo di prodotti e servizi innovativi, dove non è sufficiente la conoscenza delle metodologie consolidate di progettazione, ma è necessario una profonda attitudine alla ricerca di soluzioni avanzate, caratterizzate da un rapporto costo/prestazioni ottimale. I risultati di apprendimento attesi riguardano:

  • la padronanza degli aspetti scientifici, tecnologici e metodologici dell'ingegneria elettronica, con specifico riferimento al settore dei sistemi e circuiti integrati, dei campi elettromagnetici e delle telecomunicazioni, nella quale il futuro ingegnere elettronico è capace di identificare, formulare e risolvere anche in modo innovativo problemi complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;
  • la conoscenza delle azioni di pianificazione, progettazione e gestione di sistemi, processi e servizi complessi e/o innovativi, anche nell'ambito della bioingegneria, caratterizzati dalla presenza di sistemi elettronici avanzati;
  • La conoscenza delle azioni di gestione di esperimenti di elevata complessità nell'ambito generale dell'ingegneria elettronica.

Nell'ambito di alcune delle discipline professionalizzanti viene dato spazio ad attività pratiche allo scopo di far acquisire al futuro ingegnere le capacità necessarie per poter interpretare le specifiche esigenze del committente e tradurre tali esigente in un progetto alle diverse scale (dal livello micro al livello territoriale).


• Sbocchi occupazionali
I profili professionali previsti in questo Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica riguardano la progettazione e la produzione di dispositivi e sistemi elettronici. Tra le collocazioni principali si possono citare:

  • industrie di semiconduttori e di circuiti integrati;
  • industrie di applicazioni elettroniche consumer (audio, video, telefonia, informatica, ecc.);
  • Industrie ad alta tecnologia, quali aeronautica, trasporti, aerospaziale, energie ecc.
  • industrie di strumentazione elettronica ed optoelettronica per applicazioni analitiche e biomediche e per laboratori di ricerca e sviluppo;
  • industrie di automazione e robotica;
  • industrie di progettazione di componenti e sistemi ad alta frequenza;
  • società di consulenza per la progettazione elettronica;
  • enti di ricerca scientifica e tecnologica nazionali ed internazionali;
  • attività di libero professionista per progettazione e realizzazione di sistemi elettronici custom, previo superamento dell'esame di stato e iscrizione all'albo professionale.

Ingegneria Gestionale (LM-31)

Il Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Magistrale (LM-31) è un percorso formativo orientato alla creazione di un profilo professionale con una formazione interdisciplinare che coniuga diversi aspetti tecnici, economici e organizzativi propri della gestione dei sistemi produttivi in diversi contesti industriali. L’Ingegnere Gestionale Magistrale opera con ruoli di responsabilità per ciò che attiene alla gestione, direzione e coordinamento delle attività produttive sia in ambito manifatturiero che dei servizi, sia in organizzazioni pubbliche che in imprese private. Il laureato sarà in possesso di capacità di analisi e di soluzione di problemi di elevata complessità tecnologica e gestionale, e sarà in grado di cogliere le opportunità d'innovazione e di creazione d'impresa legate alla crescente velocità del cambiamento tecnologico e al soddisfacimento di obiettivi di sviluppo sostenibile.

Il percorso formativo, di durata biennale, consta di 120 CFU e prevede insegnamenti caratterizzanti l'Ingegneria Gestionale appartenenti ai settori scientifico-disciplinari dell'Ingegneria Economico-Gestionale (ING-IND/35), Impianti Industriali Meccanici (ING-IND/17) e Tecnologie e Sistemi di Lavorazione (ING-IND/16).

Gli insegnamenti nel settore scientifico disciplinare dell'Ingegneria Economico-Gestionale (ING-IND/35) riguardano la gestione dell'innovazione e dei progetti, l'analisi dei sistemi finanziari ed il marketing industriale. Tali insegnamenti consentono all'Ingegnere Gestionale Magistrale di maturare conoscenze specifiche utili allo sviluppo di competenze per la pianificazione strategica e la gestione di sistemi complessi, in cui le variabili tecnologiche interagiscono con quelle economiche, finanziarie ed organizzative. Gli ulteriori insegnamenti negli altri settori scientifico disciplinari caratterizzanti (ING-IND/16-17) aggiungono conoscenze di tipo tecnico e tecnologico finalizzate allo sviluppo di competenze per la gestione di sistemi produttivi e processi di trasformazione che interessano i prodotti e materiali tradizionali e innovativi e che integrano qualità e sostenibilità ambientale nell'ottica dello sviluppo sostenibile. La formazione caratterizzante è consolidata da alcuni insegnamenti affini, negli ambiti tematici inerenti i sistemi per l'energia e ambiente (ING-IND/09), la sicurezza ed ecologia dei sistemi produttivi (ING-IND/25) e la pianificazione dei sistemi di trasporto (ICAR-05), utili per completare il profilo culturale del laureato magistrale.

Nell'ambito delle discipline professionalizzanti viene dato spazio ad attività di didattica interattiva anche attraverso l'attivazione di laboratori didattici a distanza (classi virtuali, etivity, ecc.), allo scopo di far acquisire al futuro ingegnere magistrale le capacità necessarie per poter interpretare le specifiche esigenze del committente e tradurle nella proposta di possibili soluzioni.


• Sbocchi occupazionali

laureati Magistrali in Ingegneria Gestionale trovano sbocchi occupazionali in diversi ambiti nelle imprese manifatturiere dei servizi e consulenza ad alto valore aggiunto, nella pubblica amministrazione e nella libera professione. L’Ingegnere Gestionale Magistrale può perfezionare ulteriormente i propri studi mediante Master Universitari di II livello e/o di Dottorato di Ricerca.

Previo superamento dell'Esame di Stato, i laureati Magistrali in Ingegneria Gestionale possono iscriversi all'Albo dell'Ordine degli Ingegneri, sezione A acquisendo il titolo professionale di Ingegnere dell’Informazione o Ingegnere Industriale.

Ingegneria Meccanica (LM-33) - curriculum Produzione e Gestione

Il Corso di Studio Magistrale in Ingegneria Meccanica realizza un percorso formativo orientato a preparare una figura professionale preposta all'ideazione, alla ricerca, alla pianificazione, alla progettazione, allo sviluppo e alla gestione e al controllo di prodotti, sistemi, processi e servizi complessi. Il Corso di Studio è finalizzato alla formazione di laureati di alta professionalità e competenza capaci di inserirsi in ambito industriale, anche con assunzione di responsabilità, in compiti di progettazione impegnativi, nella gestione di sistemi complessi e nelle attività dei reparti di Ricerca e Sviluppo.

Grazie alla preparazione acquisita, il laureato magistrale avrà la capacità di identificare, formulare e risolvere anche in modo innovativo problemi complessi, sia in modo autonomo sia inserendosi in gruppi multidisciplinari; sarà, inoltre, in grado di adattarsi velocemente alle problematiche di aree culturali diverse da quella approfondita nell'ambito del percorso formativo seguito.

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria permette di acquisire:

  • le conoscenze fondamentali della progettazione meccanica avanzata in riferimento allo sviluppo sia di componenti sia di sistemi complessi;
  • conoscenze approfondite relativamente a strumenti avanzati di progettazione assistita e alle moderne tecniche di simulazione numerica;
  • i principi fondamentali dell'organizzazione e della gestione degli impianti industriali e delle problematiche tecnologiche associate agli aspetti della produzione industriale.

Gli obiettivi specifici della Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica curriculum Produzione e Gestione approfondiscono gli aspetti relativi alla produzione industriale, ai processi tecnologici di produzione, agli aspetti di innovazione di processo e di prodotto con particolare attenzione all'innovazione industriale nel suo complesso.

Nell'ambito delle discipline caratterizzanti viene dato ampio spazio ad attività interattive e di laboratorio allo scopo di far acquisire al futuro ingegnere le capacità necessarie per poter interpretare le specifiche esigenze del committente e tradurre tali esigenze in un progetto.


• Sbocchi occupazionali
laureati Magistrali in Ingegneria Meccanica del curriculum Produzione e Gestione trovano sbocchi occupazionali in diversi ambiti, sia nelle imprese manifatturiere, sia in imprese di servizi e consulenza ad alto valore aggiunto, sia nelle amministrazioni pubbliche sia nella libera professione. In particolare, i laureati potranno trovare occupazione presso:

  • aziende ed enti per la produzione, la conversione e la gestione dell'energia;
  • imprese impiantistiche;
  • imprese manifatturiere in generale sia per la produzione, sia per l'installazione, il collaudo, la manutenzione e la gestione dei prodotti.

Ingegneria Meccanica (LM-33) - curriculum Automotive

Il Corso di Studio Magistrale in Ingegneria Meccanica realizza un percorso formativo orientato a preparare una figura professionale preposta all'ideazione, alla ricerca, alla pianificazione, alla progettazione, allo sviluppo e alla gestione e al controllo di prodotti, sistemi, processi e servizi complessi. Il Corso di Studio è finalizzato alla formazione di laureati di alta professionalità e competenza capaci di inserirsi in ambito industriale, anche con assunzione di responsabilità, in compiti di progettazione impegnativi, nella gestione di sistemi complessi e nelle attività dei reparti di Ricerca e Sviluppo.

Grazie alla preparazione acquisita, il laureato Magistrale avrà la capacità di identificare, formulare e risolvere anche in modo innovativo problemi complessi, sia in modo autonomo sia inserendosi in gruppi multidisciplinari; sarà, inoltre, in grado di adattarsi velocemente alle problematiche di aree culturali diverse da quella approfondita nell'ambito del percorso formativo seguito.

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica permette di acquisire:

  • le conoscenze fondamentali della progettazione meccanica avanzata in riferimento allo sviluppo sia di componenti sia di sistemi complessi;
  • conoscenze approfondite relativamente a strumenti avanzati di progettazione assistita e alle moderne tecniche di simulazione numerica;
  • i principi fondamentali dell'organizzazione e della gestione degli impianti industriali e delle problematiche tecnologiche associate agli aspetti della produzione industriale.

Gli obiettivi specifici della Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica curriculum Automotive approfondiscono gli aspetti relativi al veicolo e alla mobilità in generale, con competenze relative sia agli aspetti progettuali del veicolo nel suo complesso che agli aspetti relativi alla motorizzazione (sia convenzionale che elettrico-ibrida) e al suo controllo.

Nell'ambito delle discipline caratterizzanti viene dato ampio spazio ad attività interattive e di laboratorio allo scopo di far acquisire al futuro ingegnere le capacità necessarie per poter interpretare le specifiche esigenze del committente e tradurre tali esigenze in un progetto.


• Sbocchi occupazionali
Gli sbocchi professionali tipici per i laureati magistrali in Ingegneria Meccanica con le competenze fornite tramite il curriculum Automotive fanno capo a realtà produttive impegnate:

  • nei settori dei propulsori endotermici alternativi o ibridi, dell'autoveicolo, del motoveicolo;
  • nel settore della produzione di componenti strutturali e funzionali del veicolo;
  • nella progettazione e produzione della componentistica per l'aerodinamica interna ed esterna dei veicoli.

In generale, il laureato in Ingegneria troverà impiego nelle aziende produttrici operanti nel settore dell'automotive o in aziende fornitrici di beni e servizi alle aziende del settore. I laureati hanno, inoltre, le competenze generiche richieste dalle aziende di progettazione focalizzate su ricerca e sviluppo, progettazione e produzione e assemblaggio, nonché di consulenza e formazione.

Ingegneria Meccanica (LM-33) - curriculum Progettazione

Il Corso di Studio Magistrale in Ingegneria Meccanica realizza un percorso formativo orientato a preparare una figura professionale preposta all'ideazione, alla ricerca, alla pianificazione, alla progettazione, allo sviluppo e alla gestione e al controllo di prodotti, sistemi, processi e servizi complessi. Il Corso di Studio è finalizzato alla formazione di laureati di alta professionalità e competenza capaci di inserirsi in ambito industriale, anche con assunzione di responsabilità, in compiti di progettazione impegnativi, nella gestione di sistemi complessi e nelle attività dei reparti di Ricerca e Sviluppo.

Grazie alla preparazione acquisita, il laureato Magistrale avrà la capacità di identificare, formulare e risolvere anche in modo innovativo problemi complessi, sia in modo autonomo sia inserendosi in gruppi multidisciplinari; sarà, inoltre, in grado di adattarsi velocemente alle problematiche di aree culturali diverse da quella approfondita nell'ambito del percorso formativo seguito.

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria permette di acquisire:

  • le conoscenze fondamentali della progettazione meccanica avanzata in riferimento allo sviluppo sia di componenti sia di sistemi complessi;
  • conoscenze approfondite relativamente a strumenti avanzati di progettazione assistita e alle moderne tecniche di simulazione numerica;
  • i principi fondamentali dell'organizzazione e della gestione degli impianti industriali e delle problematiche tecnologiche associate agli aspetti della produzione industriale.

Gli obiettivi specifici della Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica curriculum Progettazione approfondiscono gli aspetti di progettazione meccanica con competenze relative alla progettazione e simulazione di componenti e sistemi meccanici, di sistemi di conversione e produzione dell'energia e di impianti.

Nell'ambito delle discipline caratterizzanti viene dato ampio spazio ad attività interattive e di laboratorio allo scopo di far acquisire al futuro ingegnere le capacità necessarie per poter interpretare le specifiche esigenze del committente e tradurre tali esigenze in un progetto.


• Sbocchi occupazionali
Questo curriculum offre ai neo-ingegneri una specializzazione orientata prevalentemente ai campi della progettazione meccanica e della produzione, a supporto sia del mondo della ricerca, sia del mondo del lavoro, anche in settori orientati all'innovazione tecnologica. In particolare, le competenze maturate sono fortemente richieste dalle industrie della meccanica di precisione, dalle industrie metalmeccaniche, dalle industrie elettromeccaniche, per l'automazione e la robotica, dalle imprese impiantistiche e dalle imprese manifatturiere per lo sviluppo, la produzione, l'installazione il collaudo, la manutenzione e la gestione di macchine. Il laureato Magistrale in Ingegneria Meccanica potrà, inoltre, collocarsi in enti pubblici, in aziende private e pubbliche, e inserirsi nel mondo della libera professione.

Ingegneria Informatica (LM-32)

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica (LM-32) realizza un percorso formativo orientato a preparare una figura professionale preposta all'ideazione, alla ricerca, alla pianificazione, alla progettazione, allo sviluppo, alla gestione e al controllo di prodotti, sistemi, processi e servizi complessi nell'ambito dell'informatica. Il percorso è concepito per soddisfare le crescenti richieste del mondo del lavoro, sia in ambito industriale e manifatturiero, sia per l'esercizio di sistemi e infrastrutture hardware o software per la fornitura di servizi nell'area ICT (Information and Communication Technology). Il laureato magistrale in Ingegneria Informatica avrà numerosi sbocchi occupazionali verso società e aziende che progettano, producono o forniscono componenti e sistemi software, apparati e servizi informatici, di settori sia pubblici che privati.

Il Corso di Studio è finalizzato alla formazione di laureati di alta professionalità e competenza capaci di inserirsi in ambito aziendale ed industriale, anche con assunzione di responsabilità, in compiti di progettazione impegnativi, nella gestione di sistemi complessi e nelle attività dei reparti di Ricerca e Sviluppo. Grazie alla preparazione acquisita, il laureato magistrale avrà la capacità di identificare, formulare e risolvere anche in modo innovativo problemi complessi, sia in modo autonomo sia inserendosi in gruppi multidisciplinari; sarà, inoltre, in grado di adattarsi velocemente alla rapida evoluzione delle tecnologie ed alle problematiche di aree culturali diverse da quella approfondita nell'ambito del percorso formativo seguito.


• Sbocchi occupazionali

Questo curriculum offre ai neo-ingegneri una specializzazione orientata prevalentemente ai campi della progettazione informatica e della produzione, a supporto sia del mondo della ricerca, sia del mondo del lavoro, anche in settori orientati all'innovazione tecnologica. In particolare, le competenze maturate sono fortemente richieste dalle aziende ed industrie che richiedono lo sviluppo, la produzione, l'installazione, il collaudo, la manutenzione e la gestione di sistemi informativi.

La figura dell'ingegnere dell'informazione con una formazione dedicata all'informatica ed all'automazione industriale può trovare collocazione nelle strutture tecniche di servizio di varie industrie ed imprese, nonché nella pubblica amministrazione. Tra le collocazioni principali si possono citare:

  • Aziende operanti negli ambiti della produzione hardware e software e studi professionali;
  • Aziende operanti nell'area dei sistemi informativi e delle reti di calcolatori;
  • Aziende operanti nell'ambito della produzione industriale ad elevata automazione;
  • Aziende operanti nell'ambito dell'erogazione di software, piattaforme ed infrastruttura come servizi;
  • Aziende che gestiscono i sistemi informativi per le aziende, per la sanità, per il cittadino e per la pubblica amministrazione;
  • Società ed enti di formazione e consulenza ad alto valore aggiunto;
  • Enti di ricerca.

laureati in Ingegneria Informatica, previo superamento dell'Esame di Stato, possono iscriversi all'Albo dell'Ordine degli Ingegneri, con il titolo di Ingegnere dell'Informazione Senior.

 

Come iscriversi ai corsi?

I nostri Consulenti Didattici sono specializzati per fornire il servizio di Orientamento al percorso formativo più idoneo.

Maggiori informazioni

Polo Formativo Universitario Lodigiano ODV

In un'epoca dominata dall'informazione e dalla comunicazione multicanale, l'Università si pone al centro di un sistema moderno, di crescita e formazione per i giovani. Il Polo UniLodi ne rappresenta una consolidata realtà, eccellenza del territorio Lodigiano in ambito accademico.

L' ATENEO


TOP